MONOGRAFIE

SAMUEL FINLEY BREESE MORSE

Il 27 Aprile del 1791 nasceva Samuel Finley Breese Morse; fu uno studente apatico, con interessi solo nell'elettricità e nella pittura di ritratti in miniatura frequentò, fra alti e bassi, lo Yale College dove si laureò nel 1810.L’anno successivo andò a Londra dove studiò pittura. Nel 1815 ritornò negli Stati Uniti dove nel 1824-25 fondò con altri artisti la Società di belle arti (successivamente National Accademy of Design). Dopo essersi stabilito a New York nel 1825, Morse divenne uno dei più stimati pittori del suo tempo.
Nel 1832 mentre rientrava negli Stati Uniti , dopo un periodo vissuto a Roma, a bordo del vascello Sully ascoltò una conversazione sull'elettrocalamita che era appena stata scoperta e fu molto attratto da questa notizia e dalle proprietà conduttrici del suolo e dell'induzione elettromagnetica, i cui primi esperimenti erano stati eseguiti dal Faraday a partire dal 1830... per cui si mise a costruire alcuni modelli di macchine che, mediante un solo filo, potevano trasmettere, a lunga distanza, semplici segnali elettrici che erano veramente ridotti all'essenziale. Fu nel 1837 che intuì la necessità di modulare quel semplice segnale, in modo che fosse possibile attrarre l'ancorina per periodi di tempo brevi e periodi di tempo lunghi... Se poi, solidale all'ancorina, avesse messo in pennino, debitamente inchiostrato, il gioco era fatto: i segnali elettrici si tramutavano in segni brevi (=punti...) e segni lunghi (=linee...).Poco prima del 1840 nacque l'alfabeto Morse,.