Dal Fuoco all'Atomo

Gas Naturali - Metano - Idrati di Metano

Gas naturali
Con Il termine gas naturale ci si riferisce a quelle emanazioni gassose naturali che sono costituite principalmente da miscele di idrocarburi a basso peso molecolare
Da un punto di vista geologico il gas naturale è la fase gassosa del petrolio. Esso è costituito in massima parte da metano (CH4) e per il resto da quantità variabile, a seconda dei giacimenti, di idrocarburi paraffinici superiori quali etano (C2H6), propano (C3H8), butano (C4H10), pentano( C5H12) ecc.. Trova larghissime applicazioni nell'uso domestico, nell'industria e, come materia prima, nell'industria petrolchimica.
Storicamente erano conosciuti già ai tempi di Giulio Cesare (fontana ardente di Grenoble) e i Cinesi intorno all'anno 1000 erano già in grado di trasportarli con ingegnose condotte di bambù ma è intorno alla metà del secolo scorso che vi fu uno sviluppo della ricerca e del trasporto.
Per poter essere trasportati ed utilizzati i gas naturali devono essere sottoposti ad alcuni trattamenti chimico-fisici atti ad allontanare i componenti indesiderati come l'acqua, l'anidride carbonica, l'acido solfidrico ed il propano ed il butano che costituiscono il GPL.

Metano
Il metano fu scoperto nel 1778 da Volta, che lo chiamò gas di palude, è un gas che si forma nella decomposizione delle sostanze organiche. I gas naturali di talune regioni petrolifere (Caucaso, Stati Uniti) ne contengono fino al 98%. Il grisù delle miniere è un miscuglio esplosivo di metano e aria. Essendo Il più semplice degli idrocarburi saturi il metano è la fonte energetica più conveniente ed ecologica, dato il suo basso
contenuto di carbonio (o alto contenuto di idrogeno n.d.r. )produce emissioni di CO2 inferiori del 25% rispetto alla benzina, del 16 rispetto al Gpl , di circa il 30% rispetto al diesel e del 70% nei confronti del carbone.
Inoltre il metano non è strettamente una fonte esauribile come il petrolio, in quanto si può produrre industrialmente da idrogeno e anidride carbonica, si ottiene anche per fermentazione anaerobica di scarti vegetali e reflui zootecnici, per cui si può sostenere che il metano è in qualche modo una fonte rinnovabile,

Idrati di Metano
Sono una forma cristallina di metano e acqua pura che si genera ad alte pressioni e basse temperature. Sono abbondanti nel permafrost artico e alle grandi profondità oceaniche, dove si calcolano scorte per 100.000 milioni di miliardi di m3. Secondo Rick Coffin dell'Ufficio per la Ricerca Navale gli idrati di metano possono anche essere un'enorme fonte di acqua potabile in quanto la loro formazione libera il sale dell'acqua marina. Per cui quando gli idrati si sciolgono, oltre al metano si produce acqua desalinizzata.
Non è facile poterli utilizzare perché se durante l'estrazione si verifica un cambiamento della temperatura o della pressione, gli idrati passano allo stato gassoso, aumentando di volume di 164 volte, con enormi problemi di trasporto e stoccaggio. Oltre a questo c'è da considerare che sono dei potenti gas serra.