INVENZIONI

Curva di Laffer

Alla fine degli anni 70 Arthur Laffer. economista dell'università della South California impiegò un grafico per convincere l'allora candidato repubblicano alle presidenziali del 1980, Ronald Reagan, a diminuire le imposte dirette. Si tratta di una curva a campana che mette in relazione il reddito nazionale con i tributi.
Può essere usata per rappresentare il peso del fisco sull'economia privata oppure può essere usata per osservare il rapporto che per un soggetto i-esimo esiste tra i tributi pagati ed il suo reddito.

Se indichiamo sull'asse delle ascisse le aliquote e sulle ordinate il gettito. Spostandosi verso destra, all'aumentare delle aliquote, il gettito dapprima cresce (consideriamo infatti il tratto OL), una volta raggiunto il massimo, inizia a decrescere (tratto L ). In particolare si può verificare che si riesce ad avere lo stesso gettito (proiezione di M ed N sulle ordinate) con aliquote diverse, in particolare TM <TN. La spiegazione è semplice:all'aumentare dell'aliquota, poiché il debito di imposta aumenta, il beneficio di cui un soggetto gode lavorando per un'ora al netto di imposta si riduce sempre di più. Supponiamo che ad esempio in M ci sia una tassazione pari a 10 minuti per ora, cioè l'individuo, quando l'aliquota è TM, per ogni ora di lavoro, lavora 50 minuti per sé e 10 per lo Stato. Immaginiamo che in L l'imposta sia pari al 50%, quindi per ogni ora di lavoro è come se l'individuo lavorasse 30 minuti per sé e 30 per lo stato. A destra di L, per ogni ora di lavoro, i minuti di lavoro per lo Stato crescono mentre diminuisce la parte a disposizione del singolo. In N potrebbe accadere che il nostro soggetto sia costretto, data l'aliquota elevata, a lavorare 50 minuti per lo Stato e 10 per sé. Tale fatto potrebbe indurre l'individuo a modificare la scelta tra tempo libero e lavoro, favorendo il primo e causando una riduzione del reddito imponibile. Questo spiega il perché in M, con un reddito elevato e aliquota bassa, riusciamo ad ottenere lo stesso gettito che si ha in N, dove l 'aliquota è alta ma il reddito è basso.
Se è possibile raggiungere lo stesso gettito con due aliquote è meglio scegliere quella che ha effetti distorsivi minori sull'attività privata (nell'esempio proposto TM).